Steuerkette wikipedia. Yamaha fzr circuito elettrico. Yzf r wiring diagram detailed schematics. Yamaha yzf r repair manual order. Schema elettrico harley sportster onestoprider. Problemi per cambio impianto elettrico r forum. Schema centralina scooter elettrico. C comando bracciale frizione yamaha r. Schema collegamento bticino come installare o. Yamaha r ignition switch wiring diagram trusted. Manuali di manutenzione moto duomoto. Schema collegamento bticino come installare o. Probleme démarrage yamaha r carbu. Schema elettrico johnson cv impianto. Yamaha yzf r commutatore cavo accelerazione.

Motor wiring diagram for kawasaki bayou. Honda shadow spirit image specifiche paratamoto. Yamaha giugno autos post. After a storm comes calm vtr f deel motor. Elettrico regolatore di tensione peugeot yamaha t max. Barca open con motore cavalli yamaha anno. Motoren oost vlaanderen gratis advertentie plaatsen in. Tensione in ingresso regolatore j. Ktm exc schema elettrico motore immagine. Yamaha yzf r clacson. Y k bike wiring diagrams suzuki gsx r motorcycle forums. Diagrama yamaha tdm. Yamaha yzf r motorcycle wiring diagram all about. R membrane carburatore radiatore a lodi. Yamaha warrior wiring diagram gooddy org.

In un circuito i cui resistori sono collegati in parallelo, le loro prime estremità sono collegate tra loro e a un nodo del circuito, le seconde estremità sono collegate tra loro e a un secondo nodo del circuito; pertanto ciascun resistore è autonomo dagli altri. In questo caso lintensità della corrente totale che circola nel circuito (I) è data dalla somma delle intensità di corrente che circolano nei rami del circuito, mentre la differenza di potenziale in ogni punto è la stessa che vi è ai poli del generatore (V). Quindi lintensità della corrente che circola in un circuito costituito da n resistori collegati in parallelo è data da:

dove la costante di proporzionalità R è detta resistenza elettrica e varia da conduttore a conduttore. La resistenza elettrica è connessa alla difficoltà che la corrente incontra quando circola allinterno di un conduttore (tale difficoltà dipende dalla natura del conduttore e si manifesta attraverso la parziale dissipazione della corrente elettrica come calore, per effetto Joule ). Quanto più R è grande, tanto minore è quindi la corrente che attraversa il conduttore per una data differenza di potenziale: ciò significa che, per ottenere una data corrente, in conduttori con resistenze maggiori dovremo applicare differenze di potenziale maggiori (v. fig. 17.1).

I circuiti elettrici sono sempre dotati di interruttori, per aprire o chiudere il circuito in casi particolari, o di interruttori di sicurezza che hanno lo stesso ruolo dei fusibili, ovvero aprono il circuito interrompendo il passaggio di corrente se questa supera valori di sicurezza. Analogamente, il salvavita, che rileva anche piccolissime variazioni della corrente, interrompe il circuito ogni volta che interviene una variazione nellintensità della corrente, dovuta per esempio a un cortocircuito o a un sovraccarico. In un impianto domestico si può avere un cortocircuito quando si forma un collegamento accidentale tra due punti con una determinata differenza di potenziale con una resistenza molto più piccola del normale. Le correnti che si stabiliscono nel circuito elettrico in presenza di un cortocircuito tendono ad assumere valori molto maggiori di quelli in base ai quali il circuito è stato dimensionato. Poiché la quantità di calore cresce con il quadrato della corrente che vi circola, la temperatura dei componenti interessati assume rapidamente valori che possono compromettere lintegrità dei materiali isolanti e provocare la fusione dei conduttori.

In ambito non tecnico si usa talvolta chiamare circuito elettrico solo i circuiti dedicati alla trasmissione e trasformazione dellenergia elettrica (si veda impianto elettrico).