Impianto irrigazione giardino idraulico come. Impianto elettrico educazionetecnica dantect. Schema impianto elettrico appartamento a norma. Come costruire una lampada da giardino ad energia solare. Impianto elettrico di una abitazione prima parte. Schema elettrico appartamento. Migliore galleria schema elettrico deviatore. Impianto luci giardino automatico pag il forum di. Tecnica ape piaggio ac. Giardinaggio progettazione e realizzazione dell impianto. Impianto elettrico a lampioni per il giardino come fare. Impianto elettrico fai da te video guida illustrata. Impianto di irrigazione per giardino interrato mq. Impianti di recupero e riutilizzo acqua piovana. Impianto elettrico fai da te video guida illustrata.

Schema impianto luci giardino fare di una mosca. Impianto di irrigazione ecco come fare mancuso forniture. Restauro barche l impianto elettrico prima puntata. Impianto elettrico casa. Come costruire un impianto fotovoltaico fai da te. Schema impianto elettrico. Impianto elettrico a norma gli impianti elettrici. Impianto elettrico a norma schema. Montare quadro elettrico come fare. Introduzione agli schemi elettrici industriali. Normativa impianti elettrici civili idee per il design. Impianto elettrico da giardino edilnet. Schema impianto elettrico edilnet. Schema impianto beautiful componenti principali di un. Impianto edilnet.

In ambito non tecnico si usa talvolta chiamare circuito elettrico solo i circuiti dedicati alla trasmissione e trasformazione dellenergia elettrica (si veda impianto elettrico).

Per i conduttori metallici e per le soluzioni acquose di elettroliti, cioè di acidi, basi e sali, il fisico tedesco Georg Simon Ohm (1787-1845) ricavò sperimentalmente due leggi, dette prima e seconda legge di Ohm.

I vari elementi di un circuito possono essere collegati in svariati modi, ma di questi i più frequenti sono il collegamento in serie e il collegamento in parallelo. Due conduttori collegati in serie sono attraversati dalla stessa corrente, in successione, mentre in due conduttori collegati in parallelo la corrente si divide in due rami, per poi riunirsi dopo aver percorso i due conduttori. In un circuito i cui elementi sono collegati in serie tutti gli elementi devono funzionare contemporaneamente, mentre in un circuito in parallelo è possibile aprire una parte di circuito, mentre la restante parte continua a funzionare. In un circuito i cui elementi sono collegati in serie, se brucia un elemento del circuito questo si apre e non circola più corrente; per questo motivo nei circuiti domestici i collegamenti sono in parallelo.

Vengono definiti circuiti elettrici anche i modelli matematici di tali entità. È comunque uso comune in ambito scientifico indicare con circuito elettrico solamente i circuiti (e i relativi modelli matematici) che soddisfano con buona approssimazione il modello a parametri concentrati, dove sia cioè possibile assumere che tutti i fenomeni avvengono esclusivamente allinterno dei componenti fisici (cioè i componenti elettronici) e delle interconnessioni tra questi (escludendo quindi, per esempio, gli apparati contenenti antenne, appartenenti alla classe detta a parametri distribuiti).