Modifiche dei parametri di un grosso alternatore da. Schemi e circuiti di progetti elettronici per hobby. Applicazioni alimentatori. Applicazioni sensori e strumentazione. Come realizzare un convertitore dc v. Regolatore di velocità per un motorino v in cc. Riduttore di tensione da v a. Schemi e circuiti di progetti elettronici per hobby. Switching power supply a alimentatore dc. Alimentatori schemi benvenuti su officinahf. Schema elettrico pulsante alzacristalli arduino lezione. Luci a led per bici elettrica. Lm come regolatore di tensione o corrente how to fai. Alimentatore da laboratorio con lm incrementare la. Dimmer wikipédia a enciclopédia livre.

Regolatore di tensione v montare motore elettrico. Autoradio sony cdx r. Grix forum aiuto per alimentatore duale su. Alimentatore con lm. Come collegare un pannello fotovoltaico a una batteria. Applicazioni alimentatori. 洗衣机电机驱动 慕尼黑网友diy电动车 电动车时代网. Riduttore di tensione v a lo scarabeo rotax. Elevatore di tensione dc fai da te youtube. Alimentatore ps d v a per laboratorio. Alimentatore a v. Schema regolatore di giri fare una mosca. Gli alimentatori il dell istituto salesiano manfredini. Caricabatterie per piccole batterie pb gel. Convertitore dc riduttore tensione da v a.

Le leggi che governano circuiti di questo tipo vanno sotto il nome di principi di Kirchhoff, dal nome dello scienziato tedesco che ne enunciò la forma matematica.

Le due leggi di Ohm non valgono soltanto per i conduttori ma, sia pure con qualche approssimazione, anche per gli isolanti. Dal valore della resistività di un materiale si ricava la sua capacità di condurre elettricità: così, per un buon conduttore i valori di resistività vanno da 10-8 a 10-5m, mentre per un buon isolante devono essere tra a 1011 e 1017m; certe sostanze con caratteristiche intermedie, i semiconduttori, hanno valori intermedi di resistività. La resistività dei conduttori cresce con la temperatura secondo una legge lineare. A temperature prossime allo zero assoluto (-273 °C = 0 K) la resistività assume in genere valori molto bassi, ma per alcuni materiali, detti superconduttori, la resistività a temperature molto basse si arresta bruscamente.

I circuiti elettrici sono sempre dotati di interruttori, per aprire o chiudere il circuito in casi particolari, o di interruttori di sicurezza che hanno lo stesso ruolo dei fusibili, ovvero aprono il circuito interrompendo il passaggio di corrente se questa supera valori di sicurezza. Analogamente, il salvavita, che rileva anche piccolissime variazioni della corrente, interrompe il circuito ogni volta che interviene una variazione nellintensità della corrente, dovuta per esempio a un cortocircuito o a un sovraccarico. In un impianto domestico si può avere un cortocircuito quando si forma un collegamento accidentale tra due punti con una determinata differenza di potenziale con una resistenza molto più piccola del normale. Le correnti che si stabiliscono nel circuito elettrico in presenza di un cortocircuito tendono ad assumere valori molto maggiori di quelli in base ai quali il circuito è stato dimensionato. Poiché la quantità di calore cresce con il quadrato della corrente che vi circola, la temperatura dei componenti interessati assume rapidamente valori che possono compromettere lintegrità dei materiali isolanti e provocare la fusione dei conduttori.

Nella parte restante di questa voce si utilizzerà la dizione "circuito elettrico" esclusivamente per indicare un modello matematico. Il livello di dettaglio del modello matematico dipenderà dal tipo di risultati che siamo interessati ad ottenere. Per ovvi motivi, dato un sistema fisico, si cercherà il modello più semplice compatibilmente con i risultati desiderati: si utilizzeranno quindi modelli puramente lineari ove possibile, ben sapendo che componenti fisici puramente lineari non esistono, purché si sia sicuri che nel campo di funzionamento cui siamo interessati tutti i componenti del nostro modello si comportino in modo ragionevolmente lineare.