Fresco architettura sopra schema elettrico frecce moto. Semplificare in parte impianto elettrico hm derapage. Impianto elettrico vespa px senza frecce. Avvisatore acustico per indicatori di direzione scooter moto. Vespa e basta i vecchi px a batteria. Fresco architettura sopra schema elettrico frecce moto. Schema elettrico frecce fiat panda la telecomandata. Risultati immagini per relè frecce auto schema. Vespa e basta facciamo quot luce sull impianto elettrico del px. Schema elettrico frecce fiat panda la telecomandata. Schema elettrico vespa pk xl gt vendita ricambi e. Forum vespa piaggio vespaforum e mercatino di. Schema elettrico vespa pk s impianti elettrici. Vespa e basta facciamo quot luce sull impianto elettrico del px. Majestyclub web leggi argomento buzzer per frecce.

Schema elettrico frecce fiat panda la telecomandata. Impianti elettrici vesparesources. Schema elettrico vespa p e senza frecce impianti. Aaa ancora ste frecce a led honda dominator. Triumph tr. Risultati immagini per relè frecce auto schema. Risultati immagini per relè frecce auto schema. Schema elettrico per lampeggio led scala tt il forum. Schema elettrico per lampeggio led scala tt il forum. Schema blinker per scooter e moto. Faretti bmw f gs brag s. Problema con l impianto elettrico px del. Schema elettrico per lampeggio led scala tt il forum. Schema blinker per scooter e moto. Varie impianto v tt yamaha x.

Agile, utile, dinamica, sempre a portata di mano, per esplorare, approfondire, conoscere, ricercare, aggiornarsi: oltre 185.000 termini che soddisfano la tua voglia di conoscenza quotidiana.

In un circuito i cui resistori sono collegati in parallelo, le loro prime estremità sono collegate tra loro e a un nodo del circuito, le seconde estremità sono collegate tra loro e a un secondo nodo del circuito; pertanto ciascun resistore è autonomo dagli altri. In questo caso lintensità della corrente totale che circola nel circuito (I) è data dalla somma delle intensità di corrente che circolano nei rami del circuito, mentre la differenza di potenziale in ogni punto è la stessa che vi è ai poli del generatore (V). Quindi lintensità della corrente che circola in un circuito costituito da n resistori collegati in parallelo è data da:

dove la costante di proporzionalità R è detta resistenza elettrica e varia da conduttore a conduttore. La resistenza elettrica è connessa alla difficoltà che la corrente incontra quando circola allinterno di un conduttore (tale difficoltà dipende dalla natura del conduttore e si manifesta attraverso la parziale dissipazione della corrente elettrica come calore, per effetto Joule ). Quanto più R è grande, tanto minore è quindi la corrente che attraversa il conduttore per una data differenza di potenziale: ciò significa che, per ottenere una data corrente, in conduttori con resistenze maggiori dovremo applicare differenze di potenziale maggiori (v. fig. 17.1).

Per misurare lintensità della corrente in un circuito si usa uno strumento chiamato amperometro, mentre per misurare la differenza di potenziale tra due punti di un circuito si usa un voltmetro. Naturalmente, per misurare lintensità di corrente occorre che lamperometro alteri il meno possibile la corrente che fluisce nel circuito, quindi che abbia una resistenza molto bassa. Analogamente, perché un voltmetro alteri il meno possibile la potenza del circuito di cui deve misurare la differenza di potenziale, occorre che la sua resistenza sia relativamente alta.