Rally franciacorta circuit. Franciacorta autodromo in castrezzato. ° rally franciacorta international circuit infomotori. Autodromo di franciacorta. Dazeroa exciting speed experience castrezzato italy. ° rally franciacorta international circuit infomotori. Franciacorta circuit. Mini challenge franciacorta circuit ita. C est la fermeture pour le circuit italien de franciacorta. Circuiti. Franciacorta international circuit at prologue. Letizia marchetti franciacorta imola misano monza. Accomodazione scooter weekend italy franciacorta. Franciacorta circuit. Rally franciacorta circuit.

Promo ° rally di franciacorta dal direttore. Autodromo franciacorta a brescia guida in pista ferrari. Rally franciacorta circuit. Franciacorta racingcircuits. Alessandro perico vince il °rally franciacorta circuit. Circuiti. Il circuito di franciacorta infomotori. Franciacorta circuit. Autodromo franciacorta grande rilancio elaborare. Franciacorta circuit. Franciacorta circuit. Iseo e franciacorta news l autodromo di. Autodromo franciacorta. World rx title race reaches fever pitch in italy. Franciacorta circuit.

Lunità di misura della potenza è il watt (simbolo W) pari a 1 joule al secondo. Una lampadina che consuma 100 W, consuma 100 J in 1 s. Ma per dare unindicazione completa del consumo, gli apparecchi elettrici devono fornire anche il valore dellintensità della corrente alla quale il dispositivo funziona. In un circuito alimentato da una tensione di 220 V (come nei circuiti domestici), una lampadina da 100 W è percorsa da una corrente di 0,45 A. Dalla relazione P = VI si ricava che 1 W = 1 V . 1 A, dunque un dispositivo elettrico assorbe una potenza di 1 W se in esso circola una corrente di 1 A quando ai suoi estremi è applicata una differenza di potenziale di 1 V. Nel caso della lampadina da 100 W, si ha quindi:

Nel caso di un campo elettrico E, il lavoro delle forze elettriche per trasferire la carica q dallinizio alla fine di un conduttore di lunghezza s, tra i cui estremi esiste una differenza di potenziale V, è dato da:

La resistenza complessiva del circuito costituito da più resistori collegati in serie è dunque data dalla somma delle resistenze dei resistori del circuito.

Per i conduttori metallici e per le soluzioni acquose di elettroliti, cioè di acidi, basi e sali, il fisico tedesco Georg Simon Ohm (1787-1845) ricavò sperimentalmente due leggi, dette prima e seconda legge di Ohm.