Schema impianto fotovoltaico a isola. Lme amplificatore audio di potenza schema elettrico. Impianto elettrico a norma schema. Introduzione agli schemi elettrici industriali. Schemi elettrici macchine industriali materasso came. Schemi elettrici per plastici ferroviari sistema di. Disegnare schemi elettrici programmi gratis per windows. Impianto elettrico costi schema normativa. Lucaerredisegni consulenze tecniche ambientali cem. Idea cad elettrico per disegno schemi elettrici. Introduzione agli schemi elettrici industriali. Quadri elettrici. Quadri elettrici di distribuzione voltimum italia. Accessori cucina dwg schema di una industriale per. Schemi elettrici industriali guida agli di base.

Progettazione quaini. Schemi elettrici. Ispiratrice carta da parati oltre schema elettrico. Rgb. Come leggere uno schema elettrico industriale pannelli. Tutorial schemi elettrici gruppo fiat youtube. 电脑电源电路原理图 电源电路图 电子发烧友网. Schemi elettrici industriali guida agli di base. Schemi elettrici elementari per accessori auto. Meccatronica simboli e schemi elettrici. Schemi elettrici per plastici ferroviari sistema di. Smart schemi disegno elettrici per automazione. Schemi elettrici industriali gli. Progettazione. Schemi elettrici macchine industriali materasso came.

I circuiti elettrici sono sempre dotati di interruttori, per aprire o chiudere il circuito in casi particolari, o di interruttori di sicurezza che hanno lo stesso ruolo dei fusibili, ovvero aprono il circuito interrompendo il passaggio di corrente se questa supera valori di sicurezza. Analogamente, il salvavita, che rileva anche piccolissime variazioni della corrente, interrompe il circuito ogni volta che interviene una variazione nellintensità della corrente, dovuta per esempio a un cortocircuito o a un sovraccarico. In un impianto domestico si può avere un cortocircuito quando si forma un collegamento accidentale tra due punti con una determinata differenza di potenziale con una resistenza molto più piccola del normale. Le correnti che si stabiliscono nel circuito elettrico in presenza di un cortocircuito tendono ad assumere valori molto maggiori di quelli in base ai quali il circuito è stato dimensionato. Poiché la quantità di calore cresce con il quadrato della corrente che vi circola, la temperatura dei componenti interessati assume rapidamente valori che possono compromettere lintegrità dei materiali isolanti e provocare la fusione dei conduttori.

Quando i conduttori di un circuito sono collegati tra loro in modo continuo (cioè se non vi sono interruzioni nel percorso delle cariche), il circuito si dice chiuso. Se la corrente si interrompe anche in un solo punto, il circuito è aperto. In un circuito aperto la corrente non circola.

Lunità di misura della potenza è il watt (simbolo W) pari a 1 joule al secondo. Una lampadina che consuma 100 W, consuma 100 J in 1 s. Ma per dare unindicazione completa del consumo, gli apparecchi elettrici devono fornire anche il valore dellintensità della corrente alla quale il dispositivo funziona. In un circuito alimentato da una tensione di 220 V (come nei circuiti domestici), una lampadina da 100 W è percorsa da una corrente di 0,45 A. Dalla relazione P = VI si ricava che 1 W = 1 V . 1 A, dunque un dispositivo elettrico assorbe una potenza di 1 W se in esso circola una corrente di 1 A quando ai suoi estremi è applicata una differenza di potenziale di 1 V. Nel caso della lampadina da 100 W, si ha quindi:

Nel caso di un campo elettrico E, il lavoro delle forze elettriche per trasferire la carica q dallinizio alla fine di un conduttore di lunghezza s, tra i cui estremi esiste una differenza di potenziale V, è dato da: